Come effettuare il root e installare una custom ROM (Asus Zenfone 6 ZS630KL)

Una volta terminato il periodo di garanzia, molti utenti ne approfittano per effettuare una operazione di modding conosciuta come root, che consente di utilizzare al 100% tutte le potenzialità del dispositivo Android. Alcuni dopo questa procedura, installano una custom rom, ovvero un sistema personalizzato (per esempio una versione successiva del sistema operativo Android).

Root, custom rom… ma cosa sono?

Per rispondere a questa domanda, vi rimando all’ottimo post di Luis Ortega su NextPit:

Il root, dall’inglese “radice”, è un processo derivato dai sistemi Linux e applicato anche su Android per ottenere i diritti di superuser ed avere così accesso senza limiti al sistema ed al diritto di modificarlo a proprio piacimento da veri sviluppatori. È simile a quando si diventa amminstratori del sistema Windows.

Attenzione! Non mi assumo nessuna responsabilità per danni (eventuali brick) o perdite di dati provocate ai dispositivi per incomprensione della guida da parte dell’utente. Questa guida è esclusivamente a scopo informativo ed è funzionante con tutte le versioni Android (testata personalmente con Android 11, l’ultimo aggiornamento disponibile per lo Zenfone 6). Inoltre, lo sblocco del bootloader comporta la perdita totale della garanzia (sia hardware, sia software)!

Prerequisiti

Risorse utilizzate in questa guida

Risorse per il root


Iniziamo!

Effettuare un backup completo del dispositivo, in quanto lo sblocco del bootloader implica la cancellazione dei dati. Consiglio di utilizzare il backup di Android da Impostazioni –> Sistema –> Backup. Una guida utile:

Procedura per installare una custom ROM

Se vuoi solamente effettuare il root guarda il paragrafo sotto.

  1. Rimuovere eventuali blocchi schermo.
  2. Installare il file apk del tool per lo sblocco del bootloader. Seguire la procedura descritta nell’app.
  3. Una volta sbloccato il bootloader, il telefono si riavvierà. Appena viene mostrata la schermata di benvenuto, spegnere il dispositivo.
  4. Collegare il PC e il telefono tramite cavo USB.
  5. Tenere premuto sul telefono i tasti Volume su e Power per avviare il bootloader.
  6. Entrare nella cartella dove hai scompattato ADB Tools ed effettuare la combinazione di tasti Shift + Tasto destro del mouse su uno spazio vuoto della finestra. Selezionare Apri finestra Powershell qui (questo comando potrebbe essere Apri prompt dei comandi nelle versioni più vecchie di Windows 10).
  7. Digitare .\fastboot devices e premere invio (NOTA: Sul prompt dei comandi (schermata nera, rispetto a quella blu di Powershell) togliere .\ da ogni comando)
  8. Se c’è un elemento nella lista dei dispositivi, allora possiamo procedere. Al momento della scrittura di questo articolo, la TWRP (recovery personalizzata) non sarà installabile ma è solo avviabile da PC. Sposta il file twrp*.img nella cartella in cui hai scompattato ADB Tools ed esegui il seguente comando: .\fastboot boot <nomefile>.img sostituendo <nomefile> con il nome del file TWRP che hai scaricato prima.
  9. Dovrebbe avviarsi la nuova recovery. Ogni volta che verrà chiesto di riavviare in recovery sarà necessario riavviare in bootloader e avviare la recovery (passaggi 4-8)
  10. Ora, seleziona la lingua con il tasto Select Language e scorri per entrare nel menu. Se vuoi, puoi entrare nelle Impostazioni e imposta opzioni quali fuso orario, lingua, ecc.
  11. Con il telefono collegato al computer tramite cavo USB, accedi all’archivio interno del telefono dal PC e copia qui il file zip della ROM.
  12. Ora, siccome le ROM hanno diverse modalità di installazione consiglio di seguire attentamente le istruzioni riportate nel thread XDA della ROM. Di seguito riporto le istruzioni per la OmniROM. (Attenzione! Potrebbero non essere aggiornate!)
    • Scegli Installa dal menu di TWRP e seleziona il file zip della ROM. Scorri per confermare
    • Riavvia la recovery
    • Scegli Pulisci dal menu di TWRP e premi il tasto Formatta data. Confermare digitando yes (questo rimuoverà tutti i dati del dispositivo!!).
    • Copia nel telefono il file zip di OpenGAPPS ed effettuare il flash del pacchetto OpenGAPPS (uguale al primo passaggio di questo elenco)
    • Riavviare il sistema
    • Completare la procedura guidata di inizializzazione del sistema operativo
    • SE VUOI IL ROOT continua con la procedura sotto, altrimenti passa al punto successivo.
  13. Riavvia il sistema.

La guida è stata testata personalmente e portata a compimento.

Procedura per effettuare il root

Metodo 1 (funzionante al 100% ma più lungo)

  1. Installare il file apk del tool per lo sblocco del bootloader. Seguire la procedura descritta nell’app.
  2. Una volta sbloccato il bootloader, il telefono si riavvierà. Completare la configurazione iniziale
  3. Installare il file APK di Magisk (link nelle risorse a inizio post) e installarlo sul dispositivo.
  4. Sul PC installare Python dal link nelle risorse (selezionare la spunta, durante l’installazione, per aggiungere Python al PATH).
  5. Sempre su PC, estrarre il Payload dumper scaricato dalle risorse in una cartella a piacere.
  6. Estrarre il file payload.bin dal file zip della ROM (o del firmware ufficiale) nella cartella di payload dumper.
  7. Esegui il passaggio 6 della guida per l’installazione della custom ROM, utilizzando la cartella di payload dumper al posto di quella di ADB.
  8. Digitare (o copiare e incollare) il seguente comando: python payload_dumper.py payload.bin
  9. Verrà creata una nuova cartella chiamata output. In questa cartelal c’è un file boot.img che bisogna ora trasferire sul telefono.
  10. Aprire Magisk e premere il pulsante Installa relativo alla sezione di Magisk.
  11. Selezionare il file boot.img copiato nel punto 9.
  12. Verrà creato nella cartella Downloads della memoria interna del telefono un file magisk_patched_XXXX.img dove XXXX sono caratteri casuali. Copiare questo file nella cartella di adb/fastboot.
  13. Riaprire powershell come fatto nel passaggio 7.
  14. Dare il seguente comando: fastboot flash boot magisk_patched_XXXX.img (sostituendo le X con i veri caratteri del vostro file).
  15. Riavviare il sistema o premendo il tasto Power sul telefono o eseguendo il comando: fastboot reboot

Metodo 2 (più veloce, ma funzionamento non garantito al 100%)

  1. Segui i passaggi da 2 a 10 della guida per l’installazione di una custom ROM.
  2. Fare una copia del file .apk di Magisk e rinominare il file, cambiando l’estensione da .apk a .zip
  3. Copia i file (sia lo zip, sia il .apk) nel telefono.
  4. Dal menu della recovery TWRP scegli Installa e seleziona il file .zip di Magisk.
  5. Riavvia il sistema
  6. Una volta che sei alla schermata home del tuo smartphone, installa il file APK di Magisk. Questa app permette di gestire i permessi di root richiesti dalle varie app, oltre a tutte le funzionalità offerte da Magisk.

Extra

Applicazioni della ZenUI 6 (non funzionante al momento con Android 11)

Scarica il file richiesto da QUI. Apri Magisk sullo smartphone e seleziona Moduli dal menu in basso. Premi il pulsante in alto e seleziona il file zip appena scaricato. Riavvia.

Screenshot lungo di ZenUI 6

Scaricare il modulo da QUI e seguire le istruzioni riportate sopra.

Scaricare applicazioni di Google non compatibili

Apri Magisk sullo smartphone e seleziona Moduli dal menu in basso. Cerca Google Framework e premi Download. Fai tap su Installa. Cancella i dati del Play Store. Se non funziona, riavvia il sistema.

Ribloccare il bootloader

Per ribloccare il bootloader, in caso si voglia tornare indietro, basta digitare il seguente comando:

fastboot oem asus-back

Aggiornamenti di questa guida

Related posts

Nuova pagina personale!

by Maicol Battistini
5 anni ago

Sospensione della programmazione

by Maicol Battistini
1 anno ago

Il mio nuovo setup!

by Maicol Battistini
4 anni ago
Exit mobile version